Violenza sulle donne

L’argomento è complesso e delicato, soprattutto se maneggiato da un uomo, che in quanto tale è l’indiziato numero uno.

Penso che il buon gusto e la quasi impossibilità di comprendere le conseguenze della violenza che le donne subiscono, debba necessariamente far astenere noi maschi (uso il termine a proposito) dall’esprimere pareri superficiali.

Mi limito a dire – volevo darlo per scontato, ma forse è meglio di no – che la violenza tout court, e in particolare sulle donne, la sopraffazione, la limitazione delle libertà individuali, la discriminazione basata sul sesso, razza, religione, opinione, oltre a costituire reato, sono particolarmente vili, perché di norma esercitati da chi è o si sente più forte.

Ovviamente non più forte nelle ragioni, ma più forte fisicamente, economicamente, socialmente, o sessualmente.

Qui vorrei riportare qualche dato, i commenti mi sembrano superflui, ma le azioni no.

A me è servito per dare una dimensione al fenomeno. Ad altri magari per prendere coscienza.
A tutti, per pensare, soprattutto a noi uomini, che siamo tutti mariti, padri, figli, fratelli

I dati

Fonte ISTAT – Italia

* Circa la metà delle donne in età 14-65 anni (10 milioni 485 mila, pari al 51,8 per cento) hanno subito nell’arco della loro vita ricatti sessuali sul lavoro o molestie in senso lato come pedinamento, esibizionismo, telefonate oscene, molestie verbali e fisiche

* Nel triennio 2006-2009 sono state 3 milioni 864 mila (il 19,1 per cento del totale) le donne di 14-65 anni ad aver subito almeno una molestia o un ricatto sessuale sul lavoro

* Se si considera il quadro delle vittime che hanno subito le diverse molestie sessuali nel triennio 2006-2009 emerge che più a rischio sono le ragazze giovanissime, di 14-24 anni, seguite dalle donne di 25- 34 anni

* Delle donne tra 16 e 70 che hanno subito violenza e NON hanno denunciato il fatto, il 64,3% non lo ha fatto perché riteneva che non fosse un reato grave, o che fosse un fatto insignificante, o costituisse un caso isolato

* Per le donne tra i 16 e i 70 che nel corso della vita hanno subito violenza fisica o sessuale, quasi il 15% è avvenuto ad opera di un partner o ex-partner

* Come esempio, nella sola Toscana nel 2012 sono stati registrati oltre 1.500 atti di violenza sessuale, abusi stalking, maltrattamenti. 337 di questi solo a Prato

* Un milione e 400mila donne hanno subito violenza prima dei 16 anni, per lo più da conoscenti

* Ogni anno vengono uccise circa 100 donne da mariti, fidanzati o ex

* Nel 62% dei casi, i figli assistono ad atti di violenza contro la madre

Riporto anche qui una frase che Asimov fa dire a uno dei protagonisti di un suo romanzo:

“La violenza è l’ultimo rifugio degli incapaci”

Annunci

2 thoughts on “Violenza sulle donne

  1. Argomento impegnativo per un post. Purtroppo, come si legge nei dati che riporti, molte donne non denunciano, anche perchè la reazione tipica è “pensare di esserselo in qualche modo meritato”. Asimov ci ha preso in pieno. Spesso chi è violento è chi non ha altri strumenti…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...