Googlare rolandfan

La piattaforma wordpress che uso per gestire il blog ha alcune funzionalità molto utili. Una di queste permette di avere una lista dei termini di ricerca che qualcuno ha inserito in google e che lo hanno fatto arrivare sul mio blog.
Qualcuno è chiaramente un navigatore che voleva venirsi a leggere i miei racconti, o vedere le mie foto.
Qualcun altro ha inserito chiavi di ricerca che per motivi in parte inspiegabili l’hanno fatto atterrare qui.
Alcune di queste ricerche sono molto divertenti.
Ho cercato di chiedermi chi fosse e che cosa cercava, l’internettiano che forse per caso si è imbattuto in queste pagine, e vorrei condividere con voi queste considerazioni.

rolandfun.wordpress
Questa è carina. Evidentemente qualcuno pensa che io sia Roland, e che io sia anche divertente.
Forse. Ma in realtà Roland è il cavaliere protagonista della saga fantasy in 8 libri di Stephen King, e io sono un suo devoto fan. It’s so simple.

fermo la macchina e ti gonfio di botte
Ohibò. Come è possibile che una search così violenta abbia puntato sul mio tenero, quasi delicato blog?
Forse quell’episodio in cui stavo per essere randellato a sangue da un maranga per avergli mancato di rispetto?
Oppure era un messaggio in codice? Devo smetterla di fare le corna dal motorino.

la moglie di Buffon spogliata che gli si vedono le pocce
Ora, a parte la volgarità della ricerca, a parte che la signora in questione da quel che mi risulta non sia la moglie ma la convivente more uxorio (la precisione è tutto nella vita), ma vi posso assicurare, avendola avuta vicina in aereo, che sarà anche graziosa, ma le pocce (termine di cui intuisco l’etimologia, se non proprio il significato) non le si vedono, perché non pervenute. Ricerca inutile.

racconti prostata
Ho la sensazione che l’algoritmo di ricerca di Google sia più smart di quanto noi pensiamo.
Infatti, deve aver incrociato le mie storie sulla piscina, con un calcolo dell’età media dei protagonisti dei racconti, e dedotto che se uno vuole sentire racconti sulla prostata, meglio che venga a dare un’occhiata da queste parti.
Se la cosa dovesse prendere piede, forse mi converrebbe fare una serie ad hoc.

storie di ragazzi che si spogliano in piscina
Qui si comincia ad andare sul pesante. Ci salva dall’indignazione solo il dubbio che la parola “ragazzi” indichi un plurale maschile e femminile, e quindi una cosa tutto sommato naturale e innocente.
Qualora le storie cercate riguardassero solo ragazzi maschi, sospetto che l’intenzione non fosse di trovare le fiabe dei fratelli Grimm.

port cros costume gay
Non sono certo di capire come questa ricerca abbia trasportato il visitatore sul mio sito, ma comunque contesto l’affermazione di fondo.
Ai miei tempi (non dico quali) il costume a mutandina con il laccetto metallico laterale era un must, e non era affatto riservato ad una clientela omosessuale.
Anzi, rimpiango con nostalgia il mio port cros a quadrati rosa e celesti.
E non è detto che quest’anno non me lo ricompri…

mamme spogliatoio piscina
Non so perché, ho timore che questa non sia una ricerca innocente.
Mi dà più l’idea di un titolo di film pecoreccio anni 70, tipo “L’insegnante del distretto militare”, oppure “La liceale”, o cose così.
Nella mia esperienza piscinesca, quando le mamme occupano militarmente lo spogliatoio dei maschi, non è per spogliarsi loro, né per guardare te che ti spogli, ma semplicemente per cambiare i loro pargoli, e tu finisci regolarmente a metterti il costume al cesso.

ho le tette grandi con la piscina si riducono
Affermazione volgare, gratuita e soprattutto falsa.
Anzi. Le tette grandi in piscina, non subendo la vessazione della forza di gravità, tendono a librarsi felici verso l’alto, e soprattutto nel dorso, a diventare delle boe di dimensioni significative.
Quindi chi vuole farsi ridurre le tette, sappia che non è con la piscina che ci riuscirà, e soprattutto non troverà consigli nel mio blog.

ti raggiungo tra 5 minuti
Non ho capito se è una ricerca, o se qualcuno per errore ha digitato un SMS nel campo ricerche Google.
In ogni caso, se il messaggio era per me, non venire. Ho da fare.

canzone testo semo na comitiva de caciaroni
E che canzone è? Io conosco a malapena “La società dei magnaccioni”, oppure “Una gita a li Castelli”.
E poi: perché il testo di questo capolavoro della discografia velletrana dovrebbe essere riportato sul mio blog?

ho voglia di vestiti ma ho caviglie e polpacci troppo magri cosa mi metto
Io direi dei pantaloni a zampa di elefante, ma in ultima analisi non sono affari miei.
Se devo dire, meglio caviglie e polpacci troppo magri che troppo grassi.
E comunque, non venirlo a chiedere a me.

farmi trovare nudo casualmente
Ecco, farsi trovare nudo, “casualmente”, non è esattamente un mio hobby.
Certo, quando uno va in piscina, c’è una frazione di secondo in cui si rimane come mamma t’ha fatto, ma ormai ho sviluppato la capacità di saltare nel costume a piè pari, con fulmineo movimento, per cui sono anche molto rapido in questo.

Mi raccomando. Se volete cercare il mio blog, fatemi un colpo di telefono, ve lo dò io, l’indirizzo.

Annunci

6 thoughts on “Googlare rolandfan

  1. Noi abbiamo un:
    – oggi hai voglia di farti scuoiare davvero
    – cani addestrati a fare sesso con donne
    – zoccole del fermano ( nb: non so gli altri, ma io per lo meno non so neanche dove sia il fermano! )
    – capelli corti si vede grigio
    – quello che si mette quando piove ed è di gomma

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...