Le grandi idee di Roma Capitale

Ho scattato questa foto nel mio quartiere.
E’ un’opera di recente installazione, avrà forse qualche giorno, un paio di settimane al massimo.
Che sia recente, lo si può facilmente notare dal cellophane che ricopre ancora il metallo delle due grappette giganti (non saprei come meglio definirle), che probabilmente proviene dall’imballaggio, ma che i solerti operai hanno ritenuto di lasciare al suo posto, certi che in cinque o seimila anni la plastica di cui è composto verrà naturalmente assorbita.
Come è noto la plastica è facilmente biodegradabile, inutile buttarla nell’apposito cassonetto.

Passaggio ostruito

Il lavoro è stato eseguito “a regola d’arte”, come si legge in tutti i capitolati d’appalto: ne è prova il cemento di colore arancione, spalmato con cura e attenzione ai bordi e agli angoli, con la stessa perizia con cui Michelangelo rifiniva gli ultimi tocchi del “Giudizio Universale”.
Il tocco di classe è la carta oleata, con ancora tracce di sangue bovino, che qualche sciagurato ha pensato bene di buttare per terra, e che ovviamente nessuno si è peritato di raccogliere.
La struttura, come si evince, è connessa con un blocco di marmo, invero più candido del resto ma diamo tempo al tempo, e insieme chiudono completamente il passaggio pedonale,
Che quello sia un passaggio pedonale, oltre dalle (sia pur deboli) strisce dipinte a terra dal lato del fotografo, si evince anche dalla multa inflitta al suddetto fotografo (‘cciloro) per averci incautamente parcheggiato la macchina.
Orbene, essendo appena tornato da Barcellona, e avendo goduto del genio artistico-funzionale di Antoni Gaudì, mi sono chiesto quale fosse lo scopo di questa modifica.
Dopo lunga e impegnativa elucubrazione, ho dovuto concludere che l’obiettivo fosse uno solo: impedire a quegli screanzati di motociclisti e motorinisti di attraversare il viale tagliandolo lungo il passaggio pedonale, invece di fare il giro passando dalla rotatoria.
Ma mi chiedo: e i ciclisti? no i ciclisti sono peggio del motociclisti. E chi trascina un trolley? cazzi tuoi, sei andato in vacanza, devi morì. E i bambini nel passeggino? Gli invalidi sulla sedia a rotelle? mica vorrete passare proprio qua, non vedete che l’incrocio è pericoloso?
E i pedoni?
I pedoni, dove dovrebbero attraversare?
Beh, i pedoni lì, proprio lì. Ma solo quelli molto, ma molto magri.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...