Un condominio civile

Come noto, il mio condominio pur essendo classificato come “signorile” (se ci vivo io…) non è famoso per la temperanza e la tranquillità dei suoi abitanti.
Periodicamente i signori sopra di me, ad esempio, cercano di risolvere le loro controversie coniugali con urla belluine, lancio di mobilia varia e insulti a parenti vivi o morti. Il tutto di solito si protrae fino alle 2/3 di mattina.
Al piano ancora sopra abita un medico, che facendo i turni, è molto disturbato da questi signori, e anche dai “ragazzi del muretto”, un gruppo di giovinastri che occupano militarmente una specie di muretto davanti casa, e nelle sere estive – quando si tende a tenere le finestre aperte – lo trasformano in una specie di discoteca a cielo aperto, con musica di vario genere (ma mai una volta che mettano Bruce Springsteen).
Inutile dire che anche il lancio della bottiglia di birra sull’asfalto è molto praticato.
Questo gentilissimo medico, che quando lo incontri in ascensore ti fa un sacco di moine, se lo svegli di notte diventa una specie di belva assatanata, e la cosa più gentile che gli ho sentito dire ai ragazzi del muretto è: “maledetti voi e le vostre madri che vi hanno generato”…
Ma per fortuna io di queste facezie me ne impippo, perché pur essendo un insonne cronico, in realtà la sera mi addormento di botto e fino alle 4/5 di mattina non mi sveglio neanche con i cannoni. Poi basta un nonnulla, ma ormai le mie 5/6 ore di sonno le ho messe insieme.
Insomma, qualche giorno fa, saranno state le 6.30, un rumore assordante di macchinari infernali scuote le pareti della camera da letto.
Ovviamente mi sveglio, ma non mi arrabbio. Era ben oltre l’orario consueto di risveglio.
Purtroppo per questi intelligentoni che avevano deciso di iniziare i lavori di ristrutturazione di un appartamento in orario antelucano, qualcuno la pensava diversamente, e così un signore è sceso per contestare in maniera formale l’accaduto, e addirittura – probabilmente perché avvocato o simile – a prendere nota della targa dell’automezzo e le generalità delle persone.
All’inizio ho silenziosamente plaudito all’iniziativa.
Ecco – mi sono detto – una persona che affronta con civiltà e signorilità una violazione dei diritti altrui, e che invece di inveire come una bestia, decide di farsi forza dei suoi diritti utilizzando gli strumenti che la legge prevede.
Ho segretamente ammirato questo paladino della giurisprudenza, finché non mi sono messo gli occhiali, e non ho visto che si trattava dello stesso gentile condomino che insieme alla sua signora allieta tante delle nostre serate con il lancio dei cassetti e dei piatti, oltre alle urla e agli insulti.
In questi casi non esiste nulla come il dialetto romanesco che potesse rendere in maniera efficace il sentimento che albergava dentro di me, ed è così, con un sonoro “malimortaccitua!!!!”, che me ne sono andato a preparare un caffè.

Annunci

6 thoughts on “Un condominio civile

  1. Molto divertente. Mi fa pensare alle reazioni di Vale la scorsa estate con situazioni molto simili. I miei vicini di casa invece, quelli di fronte, sono una famigliola con due giovani venti-equalcosa-enni e capita che diano delle spettacolari feste in piscina con musica rock degna di appunti sui post-it. Una volta m’è capitato che uno dei loro ospiti, incuriosito dal fatto che li stessi fissando da ore con un certo interesse, mi urlasse di scendere ed unirmi a loro, ma non me la sono sentita. In questo caso, nel mio dialetto, credo di aver detto: “mannaggia, non ho la loro età!”.

      • m’hai vista. non è che sono timida. ma credimi, ancora ancora se mi avesse invitato il padrone di casa, ma tra ragazzetti mi sarei sentita parecchio ridicola. ti immagini la scena con la mamma bionda che esce e mi fissa?
        cmq tu avresti avuto tutta la mia stima! temerario! 🙂

      • (Ovviamente io avrei sperato che uscisse una mamma bionda, ma preferisco glissare su particolari che possano rivelare che ho superato i trenta anni)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...