Dieci buoni motivi per non indossare la guepiere

Dovrebbe essere nota a tutti la differenza tra uomo e donna nella valutazione di quale sia l’intimo femminile più adeguato ad un incontro diciamo “galante”.
L’uomo sarebbe sostanzialmente per la donna-“cotonella”, semplice, lineare, senza fronzoli.
Purtroppo la tendenza femminile all’arzigogolo, la pressione dei media e delle case di moda che ci tempestano di foto di donne stupende vestite di pizzi e merletti, e soprattutto una certa letteratura e cinematografia pseudoerotica, hanno avallato l’idea che la sensualità passi per un intimo femminile ricercato, sofisticato, costoso.
Invece no, e sono pronto a dimostrarlo con dei punti chiari e definitivi sull’argomento.
Ecco perché.

1. Le signorine raffigurate sulle pubblicità e nei cataloghi sono delle anoressiche per lo più taglia 36 o 38. Se anche siete delle snelle 42, o delle belle cecione taglia 44 o 46, con una guepiere indosso si raggiunge rapidamente l’effetto salsicciotto. Evitare il martirio delle carni.

2. Indossare una guepiere richiede almeno un quarto d’ora di lavorìo, a meno che non siate una delle suddette signorine a taglia 38. Ciò significa che se io sono venuto a prendervi con la mia Torpedo blu, starò probabilmente sotto casa ad aspettarvi un quarto d’ora in più del canonico quarto d’ora. Quando finalmente scenderete, con un malizioso sorriso sulle labbra, io sarò incazzato come una biscia.

3. Se per indossarla ci vuole un quarto d’ora, e la capacità di ruotare le articolazioni senza dislocarle, per toglierla è anche peggio. Scordatevi quei film in cui il protagonista maschile con un sopracciglio alzato sfila una guepiere con un singolo gesto del mignolo sinistro. Test di laboratorio mostrano che l’homo abilis medio impiega circa 20 minuti a sfilare una guepiere in condizioni ideali (ossia se indossata da un manichino) e quasi 30 se il soggetto è in movimento. E tenete presente che nessun uomo si porta mai dietro delle forbici, a meno che non abbiate menzionato la parola “guepiere” quando state prendendo accordi per la serata.

4. E’ difficile scegliere un colore per una guepiere. Color carne? sembri Zia Maria. Bianca e virginale? Non scherziamo, va in contrasto con l’obiettivo. Nera? l’uomo si chiede se anche Robin sia stato invitato alla serata. Rossa? provoca il pavloviano riflesso maschile di mettere mano al portafoglio. Altri colori? non sono trasmessi al cervello dal nervo ottico di un uomo.

5. Non c’è niente da fare: la sorpresa di una donna in guepiere provoca nell’uomo un’elevatissima ansia da prestazione. Io so che tu sai che io so che tu pensi che io dovrei che quindi…insomma, se proprio non potete fare a meno di indossarla, preparatevi nel 30% dei casi a dover consolare un uomo affranto.

6. La costrizione delle carni di cui al punto 1. crea il fastidioso effetto “palloncino pieno d’acqua”, per cui la pressione in un punto crea il rigonfiamento in un altro. Se vi spunta una tetta su una spalla, sappiate che l’avete stretta troppo, probabilmente è un indumento che non fa per voi.

7. Se insistete per non toglierla, all’uomo verrà il (fondato, fondatissimo, quasi certo) sospetto che più che un indumento glamour sia un sostegno per evitare il crollo delle carni. Se il motivo è questo, non sfidate la sorte. Anche se è improbabile, potreste incontrare un uomo con delle forbici.

8. La memoria dell’uomo (soprattutto per certi argomenti…) è sostanzialmente visiva. Se riuscite a superare fortunosamente tutti i punti precedenti, è possibile che la vista del vostro corpo fasciato da una guepiere gli ricordi una fidanzata storica che lo ha lasciato venti anni fa, cosa di cui non si è ancora fatto una ragione. Pare che la salinità delle lacrime maschili rovini sia le prestazioni che il tessuto di pizzo.

9. C’è la vaga possibilità che voi decidiate di tenere indosso il prezioso indumento e il vostro compagno lo consideri un fattore di piacere visivo. Ma, avete presente quanti nodini, bugni e gancetti ci sono in una guepiere? Gli uomini amanti dell’intimo elaborato si riconoscono subito, al mare; sono costellati di cicatrici sul petto.

10. La scelta di un tale livello di eleganza provocherà nell’uomo la spinta alla competizione. Questo significa che la volta successiva si presenterà in boxer di armani tigrati, canotta alla Freddie Mercury, e pedalini gallo millerighe, pensando di essere sexy e provocante.
No, sappiate che non è bello rendere ridicolo un uomo, soprattutto se pesa cento chili ed è alto un metro e quaranta al garrese.

Se nonostante questi saggi consigli siete decise a perseverare nella vostra scelta di abbigliamento intimo, avete tutta la mia ammirazione e comprensione.
E comunque, io per sicurezza giro sempre con un coltellino svizzero multiuso.

corsetti e gapeiere

Annunci

28 thoughts on “Dieci buoni motivi per non indossare la guepiere

  1. Articolo fondato sull’illusione di un uomo, per la quale la donna indossa biancheria intima sexy per lui e non per se stessa. Io sono una taglia 50/52 , senza guepiere sono sexy, con la guepiere sono sexy. Sono più le volte che l’ho indossata a casa per i cavoli miei che per un “incontro galante” . Con la cotonella ci giro per casa, con la guepiere ci girerei per casa se non condividessi con altra gente.
    L’articolo è di 3 anni fa… L’articolo è chiaramente sempre lo stesso. Lo scrittore si è evoluto o ha ancora la clava pronta?

    • L’illusione di “fare le cose per se stessi” qualche volta contagia anche le donne. Scrivo per me stesso, fotografo per me stesso, e mi metto in tiro per me stessa.
      Ma non è vero niente. Siamo animali sociali, e soprattutto per quel che riguarda le relazioni sentimental-sessuali, da soli non è divertente.
      Dopo tre anni continuo a pensare che quello che conta sia la testa, ma non mi venite a dire che la guepiere ve la mettete SOLO per le faccende di casa, perché non ci credo 😀

      • Caro mio, se non ci credi non è un problema mio. Io non vado a dire come gli uomini si dovrebbero vestire, per chi, perchè, per come. Io in casa mia faccio quello che voglio. E mi vesto come mi pare, se mi va di vestirmi.
        Voglio mettere la guepiere perchè mi piaccio! E chi mi ferma? Mi vedono al negozio a comprare le calze, almeno una volta al mese perché le uso talmente tanto che finisconocol rompersi sempre.

  2. Sento gli animi accendersi….
    Calma , ricapitoliamo.
    Lo sapevi che le guêpiere si consigliano anche come bustini salva schiena?
    Tanti, tanti, tanti anni fa , per la schiena , appunto, o per contenimento , a una donna si facevano su misura dei corsetti ( staccati dal reggiseno) che risultavano contro le sette tentazioni……
    E’ da li’ che nell’era moderna nasce la guêpiere , un tutt’uno , che ( se non rosso,ma neanche rosa o azzurro) dona e armonizza senza quell’alone tentatore che gli si vuole appioppare.
    Io C’ERO, CAPITO?!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...