Le bugie degli uomini

Qualche giorno fa ho raccontato quelle che a mio parere sono le bugie più frequenti che le donne ci raccontano nell’esercizio della loro femminile attenzione nei nostri confronti.
Avrei voluto fare lo stesso, elencando le bugie degli uomini, ma sebbene mi sia sforzato molto, non ne ho trovate.
O meglio, ho dovuto concludere che le nostre bugie possono essere ricondotte ad una sola tipologia, che però è più una strategia di sopravvivenza, e che noi uomini abbiamo imparato a declinare nei modi più svariati e fantasiosi.
Ecco alcuni esempi.

1 Sì, cara. Ti ascolto. Non è vero: l’auricolare che pende da un orecchio non è solo per emergenza, nel caso in cui arrivi qualche urgentissima telefonata di lavoro, ma è collegato direttamente con “Tutto il calcio minuto per minuto”. L’altro orecchio è stato tappato con purissima cera d’api.

2. Sì, cara. Ti ascolto. Non è vero: se lui è girato su un fianco, ha gli occhi chiusi, e la luce spenta, dorme. Il fatto che abbia pronunciato quelle parole, non ha assolutamente alcun significato.

3. Sì, cara. Ti ascolto. Non è vero: il gesto cortese di abbassare l’autoradio è solo una bieca dissimulazione. Notate l’irrigidimento delle braccia sul volante: vuol dire che sta concentrandosi sempre di più per ascoltare “Tutto il calcio minuto per minuto” in sottofondo, ed eliminare il suono della vostra voce dal nervo uditivo. I più bravi riescono a farlo anche con l’autoradio spenta.

4. Sì, cara. Ti ascolto. Non è vero: la porta di legno che divide voi dalla tazza del gabinetto è sufficiente a mascherare la serratissima partita a Ruzzle che sta portando avanti da mezz’ora. Non chiedetevi se ha mangiato pesante, piuttosto, come fa a giocare senza volume?

5. Sì, cara. Ti ascolto. Non è vero: il fatto che abbia risposto al cellulare non vuol dire che non stia in questo momento facendo altro. I più cortesi tengono il cellulare tra spalla e collo per avere le mani libere e continuare a chattare/giocare a Ruzzle/mangiare e quant’altro, i professionisti appoggiano il cellulare a faccia in giù sul tavolo e dalle vibrazioni capiscono quando è il caso di alzarlo e dire una qualsiasi frase di circostanza

6. Sì, cara. Ti ascolto. Non è vero: gli occhiali da sole fumè a specchio celano il fatto che è da un’ora che guardo il sedere della vicina di ombrellone in tanga leopardato e il resto dell’universo ha perso importanza

7. Sì, cara. Ti ascolto. Non è vero: l’acqua della doccia crea una barriera impenetrabile alle onde sonore sgradite. Capisco solo: ma perché nella doccia ci stai sempre mezz’ora?

8. Sì, cara. Ti ascolto. Non è vero: comprendo che il fatto di avermi finalmente a portata, occhi negli occhi, ti fa pensare che sia il momento giusto di raccontarmi dove vorrebbe andare in vacanza tua madre, ma se non te ne fossi accorta siamo impegnati a fare altro

9. Sì, cara. Ti ascolto. Non è vero: lo so, il fatto che siamo tutti seduti a tavola, che non ho il cellulare acceso, che ho lasciato l’iPad nello studio, e che sto piluccando il riso con la forchetta potrebbe far credere che finalmente la mia attenzione sia tutta per te. Ma non riesco proprio a capacitarmi di non ricordare dove ho nascosto il doppio malto invecchiato 30 anni per evitare che tu me lo buttassi

10. Sì, tesoro. Ti ascolto. Non è vero: inevitabilmente la capacità di mentire con nonchalance si trasferisce anche alle richieste dei figli. E no, non so come si chiama la capitale del Burundi. Ah, mi avevi chiesto dove sono i Carpazi? Non lo so, è tua madre che mette via le cose

Annunci

6 thoughts on “Le bugie degli uomini

  1. ..molto carino..ma da tenero ottimista….!!!! se mai volessi ti posso aiutare a fare un elenco più sostanzioso e diversificato…!!! con simpatia !!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...