Il regalo di Mandela

Seguo da sempre le vicende di Nelson Mandela, perché la sua figura, qualunque sia il giudizio storico che ne verrà dato, non è stata seconda a nessuno nel ventesimo secolo per la capacità di essere un simbolo di libertà, di non violenza, di sacrificio, di diritti civili.
Mandela è stato un cristo dei nostri giorni per certi versi; uno che ha sacrificato 27 anni della sua vita, quelli della maturità, confinato in due metri quadrati, pur di affermare dei principi.
Ma non è di Mandela, del suo pensiero, che pure ho trovato espresso in maniera bellissima in un suo libro autobiografico, delle sue battaglie che voglio parlare, perché moltissimi e più autorevoli commentatori stanno tratteggiando la sua figura su tutti i media in questi giorni.
A me, che amo e pratico immeritatamente l’antica arte della fotografia, ha colpito una cosa: di Mandela non ci sono fotografie dal 1963, anno in cui entrò in carcere come uomo adulto, più giovane di quanto sia io ora, al 1990, quando finalmente ne uscì da uomo libero.
Né ovviamente ci sono interviste, parole, movimenti.
L’uomo-dio Mandela, così come l’uomo-dio Gesù, è citato, amato, seguito, festeggiato, iconizzato, ma non esiste veramente.
Non parla, non si mostra, non può fare nulla.
Eppure la sua forza è ben presente, nella società del suo paese, e nel mondo.
Musicisti famosi organizzano concerti in suo onore, premi su premi gli vengono conferiti o addirittura istituiti.
Politici di tutto il mondo si spendono per fare pressione sul Sudafrica affinché venga rilasciato, e alla fine quest’uomo, senza mai comparire in pubblico per ventisette anni, senza sparare un solo colpo, schianta il governo razzista del suo paese e ne diventa il Presidente e Padre.
Ecco, per me è questo il regalo che ci lascia Mandela: le idee, se sono giuste, se ci si crede abbastanza, sono più forti di qualsiasi barriera, e prima o poi, prima o poi, vincono sempre.
Nelson-Mandela


Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...