Perché io odio TripAdvisor

Forse “odiare” è un po’ eccessivo, d’altronde anche io l’ho utilizzato talvolta, e anche piazzato qua e là qualche recensione (per lo più negative, per castigare ristoratori maleducati).
Però è vero che dopo l’entusiasmo iniziale del “peer to peer review”, mi sono convinto che TripAdvisor è il male, e vi spiego perché.

Prima di tutto, dovete capire come funziona il meccanismo. Certo, ci sono molti che come voi e me si divertono a scrivere recensioni su alberghi, ristoranti, bar e anche spiagge o campi da golf.
Recensioni oggettive e sincere.
Ma il primo campanello di allarme dovrebbe suonare quando TripAdvisor vi invita a prenotare la struttura attraverso uno dei motori di ricerca più diffusi, come booking.com, expedia o altri.
Accidenti, stai a vedere che le strutture affiliate a questi tour operator online sono tra quelle più consultate…
Non solo, ma i singoli operatori possono rispondere ai commenti, e anche comprare (non ufficialmente, intendiamoci) recensioni per salire di ranking.
E se non bastasse, si possono assoldare amici e conoscenti per piazzare review entusiastiche: basta guardare quanti recensori hanno solo uno o due post al loro attivo, e guarda caso solo per quel ristorante…
In un paio di occasioni ci ho fatto caso, e anche se non ho fatto uno studio sistematico, ho la sensazione che per gli esercizi con poche recensioni prendere per buono il ranking e poi trovarsi con la sabbia nelle vongole (vita vissuta) non sia impossibile.
Certo, i ristoranti con duemila recensioni probabilmente saranno veramente buoni, ma diciamocelo, non c’era bisogno di TripAdvisor per farcelo sapere…

Il danno più grave che imputo a TripAdvisor è di aver creato una categoria, i TA Addicted.
Persone che in vacanza non vanno neanche al gabinetto se non ha almeno dieci recensioni buone su TA.
Che ti costringono a fare duecento chilometri in macchina, oltre a dieci di trekking, per andare un quella trattoriola fuori mano dove però le fettuccine le tirano erte come quelle di nonna.
Che ti fanno dormire in dodici nell’ultima stanza rimasta nel B&B al centro di Canicattì, perché la proprietaria fa la torta al cioccolato più buona dell’universo.
Che se dioguardi ti dirigi verso una gelateria per una voglia improvvisa di cono alla fragola, ti urlano “fermo!”, che a soli dodici chilometri a piedi c’è una gelateria che non usa latte vaccino ma un estratto di zinne di ermellino e pare che lo zabaione venga superlativo, che poi sticazzi a me lo zabaione manco me piace.
Insomma, se capitate in vacanza con i TA Addicted rischiate di avere bisogno di una vacanza anche dopo.

Ma soprattutto, il motivo per cui a me TripAdvisor mi sta qua (dove “qua” lo potete immaginare gozzo, stomaco o testicoli a vostra scelta), è che ti toglie tutto il romanticismo della scoperta.
Della vacanza avventurosa.
Della soddisfazione di trovare un ristorantino carino sul mare, dove il vento ti accarezza, le cameriere ti sorridono, la risacca ti culla, e sticazzi se i gamberoni alla piastra erano tutti più corti di cinque centimetri.
Io me lo ricordo ancora, quel ristorantino.

Ombrellone di paglia LR

Fotografia di rodocarda

Annunci

14 thoughts on “Perché io odio TripAdvisor

      • ah…sei pure vecchietto e fotografo fallito….behhh.almeno ci siamo noi a farti passare il tempo. ma tu non vorresti dichiararti un po’ di più? farci vedere quello che fai? quello che sei? così, in un meccanismo alla pari, anche noi possiamo discutere sulla tua umile vita, come tu fai con la nostra

  1. Tripadvisor neanche lo conosco, né l’ho mai usato. “Beati coloro che non capiscono niente di web, perchè il 95% delle fregature sarà loro risparmiato”

  2. Ti dico solo che, quando lavoravo in hotel, il nostro District Manager aveva deciso di premiare il miglior receptionist tramite le raccomandazioni fatte su Trip Advisor.
    Non hai idea di quante recensioni fake sono magicamente apparse nei giorni seguenti. Del tipo, “L’hotel fa cagare, ma il signor Guidobaldomariandrea in reception é fantastico!”.
    1 recensione in attivo, indirizzo email farlocco = gara a chi aveva piú amici per essere raccomandati.

  3. Rodo viene da d fatto che rodi? Un cameriere ti ha rubato al fidanzata? Probabilmente si.Perchè dovresti sapere che nel nostro ristorante, ed in tutti gli altri immagino, la gente semplicemente si fa il culo (e tanto) per servire bene i suoi clienti.
    E lavorando 70 ore alla settimana continuiamo a farlo bene.Non siamo asili come tanti pretendono, non siamo psicologi e non obblighiamo le cameriere ad esserlo. Noi facciamo da mangiare E cerchiamo di farvi mangiare non bene, ma un po’ meglio.
    Oggi ho scritto un ottimo commento sul mio primo competitor della zona.
    Semplicemente ho mangiato molto bene. Povero omino.
    Sai perchè ti scrivo questo? Perchè mi son rotto il cazzo di chi non ha mai mosso un dito in tutta la sua vita e vive per giudicare non solo i posti dove va a mangiare (pagati da mammetta), ma pure quelli che li giudicano.
    Le vongole, se le cucini fresche, e se le fai spurgare a modo, sai perfettamente che a volte possono comunque avere un po’ di sabbia. Siamo cuochi, non Herry Potter. E non lavoro nel ristorante che, poveretto poverino, hai criticato.
    Impara a fare qualcosa nella tua vita a parte dare fastidio (che lo fai molto bene).
    Tipo farti il letto e la lavatrice. O imparare a cucinare. O, anche imparare a mangiare per esempio…
    Ti ho scritto il commento con il mio profilo e, nonostante tu non abbia mai mangiato da me, puoi scoprire come criticare il mio ristorante (ah…chiaro, tu sei anonimo..codardino). Tu fallo, spero scoprire anch’io qualcosa di te, che di questi tempi è sempre più facile…..
    Divertiti ad andare a spendere i soldi della tua famiglia, che tanto un giorno finiranno…(anche per molti che siano)… un abbraccio

    • Se ci fosse bisogno di prove del fatto che la ristorazione in Italia è per lo più fatta da persone ignoranti e incompetenti, il tuo commento sarebbe da incorniciare. A parte che ripeto non hai il senso dell’ironia, ma il tuo ristorante sarà pure perfettino, e vi farete anche il culo 70 ore a settimana (mi sembra di sentire Elio), ma non sempre l’esperienza dei consumatori è così spettacolare. Basta – appunto – farsi un giretto su TripAdvisor. E penso che ognuno di noi abbia esperienze al limite del fantascientifico su come i clienti vengono trattati in molti ristoranti. Quindi mi spiace ma la difesa aprioristica della categoria non ha alcun senso.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...